Rinvio al 30 giugno 2017 per le termovalvole

Il rinvio di sei mesi, al 30 giugno 2017, del termine entro il quale i condomini dovranno installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore, è contenuto nel decreto Milleproroghe approvato a fine anno. Il rinvio, sollecitato dalle varie associazioni dei consumatori, si è reso necessario poiché molti edifici non avevano potuto provvedere all’adeguamento imposto dalla legge a causa del ritardo con cui è stato approvato il decreto che ha modificato le regole applicabili e dell’impossibilità materiale, per le imprese, di soddisfare le innumerevoli richieste. Il rischio era di incorrere nelle forti sanzioni  – da 500 a 2.500 euro per ciascuna unità immobiliare – previste per i proprietari di casa inadempienti.

Nel frattempo il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha pubblicato le Linee guida informative e modelli di relazione in merito alle valutazioni tecnico economiche per l’installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore, un utile documento nel quale si chiarisce anche quando sussistano le condizioni, ossia l’impossibilità tecnica e l’inefficienza in termini economici, per l’esonero dall’obbligo di installazione delle termovalvole. Le Linee Guida offrono gli strumenti per dare maggiore omogeneità alle valutazioni tecnico-economiche redatte dai tecnici abilitati chiamati a valutare la sussistenza delle condizioni di eventuale deroga agli obblighi, nonché ad asseverare eventualmente la relazione tecnica.
“Di norma devono essere installati contacalorie di tipo diretto; per il riscaldamento ciò è generalmente possibile solo negli impianti centralizzati ‘a zone’ ovvero ‘a distribuzione orizzontale’, dove ogni unità immobiliare è collegata alla rete di distribuzione tramite un’unica derivazione d’utenza; se la soluzione di cui sopra risultasse tecnicamente non fattibile ovvero eccessivamente onerosa in funzione dei risparmi potenziali conseguibili, si deve procedere all’installazione di sistemi di misura del calore su ciascun corpo scaldante (sistema indiretto), unitamente all’adozione di valvole di regolazione termostatiche; la prescritta installazione dei dispositivi di misura e termoregolazione decade qualora la stessa sia eccessivamente onerosa rispetto ai risparmi potenziali conseguibili.”
Nel frattempo AiCARR, Associazione italiana condizionamento dell’aria riscaldamento e refrigerazione, in collaborazione con il Comitato Termotecnico italiano e Anaci (Associazione nazionale amministratori di condomini) è al lavoro per testare un software prodotto da ENEA e dall’Università di Cassino nell’ambito della ricerca di sistema per l’analisi costi-benefici derivanti dall’installazione dei sistemi di contabilizzazione individuale.
“L’obiettivo che ci poniamo – ha dichiarato Livio De Santoli, presidente di AiCARR – è raggiungere la predisposizione condivisa di un software da distribuire gratuitamente agli utenti nelle more delle approvazioni della normativa tecnica”. [Scarica le LineeGuida CNI-pdf1]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.